I benefici del Welfare in azienda. Un caso di successo

14 Dic 18

Perché investire nelle Risorse Umane 

Il Welfare aziendale sarà una tematica sempre più importante per le aziende italiane. Lo dimostra il Rapporto 2018 di Welfare Index PMI, promosso da Generali Italia, secondo il quale il 35,6% delle imprese intervistate, dopo aver introdotto pratiche di welfare, ha constatato non soltanto una maggiore soddisfazione da parte dei propri dipendenti ma anche un aumento della produttività. 

In particolar modo a quest’ultimo aspetto fa capo un dato particolarmente rilevante: ben il 63,5% delle aziende conferma una correlazione tra le politiche di welfare applicate e l’incremento produttivo registrato. 

Dati confermati anche da Harvard Business Review, che evidenzia come nelle organizzazioni in cui è forte l’attenzione alle Risorse Umane si raggiunga un aumento della creatività fino a 3 volte maggiore e un aumento medio della produttività del 31% e delle vendite del 37%.

Come tradurre un’idea in benefici tangibili 

Sebbene questi dati siano importanti, per le aziende è spesso difficile immaginare come dare un’applicazione pratica ad un’idea di miglioramento. 

Uno dei motivi spesso avanzati dai nostri clienti è che l’importanza di una buona gestione delle Risorse Umane, così come dell’implementazione di politiche di Welfare, seppur avvallata da statistiche significative, sia tutto sommato una consapevolezza che le aziende hanno maturato solo recentemente. Non potendo ricondurre un modello di Welfare a problematiche precise, casi aziendali e settori specifici, diventa pertanto difficile immaginare come declinare un approccio simile nella propria realtà aziendale. 

Un caso concreto di successo 

Un caso concreto di approccio alle Risorse Umane che abbia determinato di fatto un vantaggio competitivo è quello di Chint Electrics Italia Srl. Referente italiana di Chint Corporation, una delle più importanti multinazionali cinesi nell’ambito della produzione di prodotti elettrici, da alcuni anni ha intrapreso un percorso di formazione e consulenza con ErgonGroup. 

Come spiegato da Roberta Malosti, responsabile amministrazione di Chint Electrics Italia, la decisione di intervenire in questo senso nasce innanzitutto da una consapevolezza: 

“Il tempo che passiamo in ufficio è gran parte del tempo della nostra vita: quindi è necessario che ci sia un benessere aziendale e che si stia bene in azienda 

L’intervento intrapreso dall’azienda ha avuto duplice natura: all’implementazione dello Smart Working e della flessibilità aziendale è stata affiancata un’importante attività di formazione focalizzata sugli argomenti chiave: 

  • I modelli di Welfare aziendale 
  • introduzione ai modelli emergenti per il Work Life Balance 
  • la flessibilità nell’organizzazione del lavoro 
  • i supporti per la facilitazione al lavoro 

Quali gli obiettivi raggiunti? Grazie a questi interventi sono stati molteplici, partendo da una migliore conciliazione da parte dei dipendenti di tempi di lavoro e qualità della vita, fino ad un maggiore impegno e fidelizzazione nei confronti dell’impresa.


Guarda questo VIDEO e scopri il percorso di Chint Electrics Italia con ErgonGroup, raccontato dai diretti interessati!

RICHIEDI UNA CONSULENZA PERSONALIZZATA SUL WELFARE