I nuovi servizi: impatto sociale – Corriere Imprese

19 Giu 19

Che cosa accomuna Fabbrica Pinze Schio, ex produttore di mollette che si è reinventato specializzandosi nelle posate biodegradabili Ecozema e che ora vuole trasformarsi in società benefit, Service Vending, che nei suoi distributori automatici vende i prodotti del commercio equi, i 7 workers buyout veneti in cui i dipendenti licenziati hanno reinvestito per farsi imprenditori cooperativi, e Cazzaro Costruzioni, un’impresa edile che studia le strategie per rendere gli edifici “riciclabili” alla fine del loro ciclo di vita?

Il minimo comune denominatore è il concetto di “Innovazione Sociale”, l’attenzione all’impatto che si ha sulla comunità e sull’ambiente, dentro e fuori le mura del capannone o dell’ufficio. Impatto positivo o negativo, in ogni caso sempre più da misurare e guidare con accortezza.

Esperienze e ragionamenti di questa nuova economia si sono incrociati al convegno “L’impresa dell’innovazione sociale. Traguardi, storie, prospettive”, che si è tenuto a Padova e ha segnato il punto di arrivo di 8 progetti realizzati da enti di formazione, fondazioni e università nell’ambito del bando della Regione Veneto “Strumenti di Innovazione sociale NS2 Nuove sfide Nuovi servizi”, finanziato dal Por Fesr europeo 2014-2020.

Un percorso durato due anni, in cui tante storie di impresa come quelle citate si sono contaminate con i mondi del non profit e della ricerca.

“Nel corso del 2018 abbiamo individuato come nostro prossimo obiettivo la trasformazione in società benefit e l’adesione al progetto B Corp – racconta Antonio Munarini, socio titolare di Fabbrica Pinze Schio, che ha aderito al progetto che vede come capofila ErgonGroup -, perché vi abbiamo visto un progetto che ci consentirà di darci delle linee guida di miglioramento per il futuro”.
Le società benefit, introdotte in Italia da una legge del 2015, sono imprese che nello statuto dichiarano di perseguire, oltre all’utile economico, finalità di beneficio comune.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO NELL’ALLEGATO!
Allegato: