Gamification: una metodologia di successo per aziende e imprenditori

13 Nov 19

Quel che sembra a prima vista un approccio leggero e sperimentale legato al gioco, in realtà rappresenta uno strumento consolidato, affidabile e ormai largamente utilizzato da imprese di tutte le dimensioni e di tutti i settori: parliamo della gamification, ovvero l’applicazione di aspetti propri del gioco (sfide, premi, meccaniche di gioco, tecniche di game design) a contesti non ludici. La gamification infatti, attraverso strategie propriamente ludiche cerca di coinvolgere le persone a vivere con maggior divertimento e partecipazione le attività operative quotidiane.

Risulta infatti sempre più importante rendere il collaboratore protagonista attivo, aiutarlo a superare le distanze dall’azienda e coinvolgerlo in attività di gruppo al fine di migliorare la socialità e l’efficacia dell’apprendimento.
Agendo proprio sui bisogni dell’individuo a livello psicologico, lo si spinge a modificare le proprie abitudini all’interno di un sistema.

 

Quali sono gli obiettivi

Traendo vantaggio dall’interattività concessa dai mezzi moderni unitamente ai principi base del concetto stesso di divertimento, la gamification permette di raggiungere obiettivi personali e d’impresa che consentono di:

  • consolidare la fedeltà al brand – fidelizzazione
  • motivare e coinvolgere i collaboratori
  • migliorare le performance complessive da parte di dipendenti e partner
  • migliorare la formazione
  • migliorare la gestione dei clienti
  • accrescere il successo dell’impresa.

 

Un vantaggio che si sviluppa per tutte le categorie impiegate nel processo produttivo:

  • Il management guadagna una formazione attiva per i dipendenti. L’esperienza è adattata al processo produttivo aziendale e pertanto il management può decidere su quale aspetto della carriera lavorativa far lavorare i dipendenti, utilizzando la tecnologia interna. In questo modo è possibile formare sempre più dipendenti, abbattendo i costi per l’azienda.
  • Il dipendente ha modo di sviluppare le proprie capacità lavorative con la possibilità di utilizzare diverse strategie per portare a compimento la propria missione. Essendo un contesto “fun” l’apprendimento è più facile e incisivo.
  • Il cliente ottiene un servizio migliore, formato sulla base delle esperienze accumulate dal lavoratore.

 

Dalla fidelizzazione dei clienti alla gestione delle relazioni interne, come utilizzare la gamification con efficacia

Il principio alla base della gamification è quello di utilizzare le dinamiche e meccaniche tipiche del gioco come l’assegnazione di punti, le sfide, il passaggio ad un livello più alto, un sistema di ricompense, distintivi e badge, e premi.

In un contesto aziendale le applicazioni sono moltissime e con la possibilità di tarare il game-design sulle necessità del management, i dipendenti hanno la possibilità di essere inseriti in situazioni che simulano la loro realtà lavorativa.
In questo modo il dipendente, in un ambiente protetto, può provare e riprovare il proprio task e, esattamente come se stesse giocando ad un altro qualsiasi videogame, può imparare dai propri errori per non commetterne più nella vita reale.

Le potenzialità della gamification vengono sfruttate anche in fase di selezione. Il recruiter può infatti osservare come lavora una persona in team, come affronta lo stress. Può osservare come emergono talenti nascosti, chi lavora bene e con chi, quali sono le dinamiche che si instaurano e quelle da valorizzare o scoraggiare.

 

L’importanza dello storytelling nella gamification

Anche lo storytelling ricopre un ruolo di primaria importanza in un progetto di gamification.  Sappiamo bene come le persone leggano il mondo attraverso le storie, quanto ne vengano coinvolte e conquistate. Per questo motivo spesso le stesse storie sono alla base dei giochi.

Una narrazione che nella gamification comporta una serie di fattori fondamentali come:

  • Significato: le storie aggiungono ai progetti un significato più forte e ne arricchiscono il potere di attrattiva
  • Interesse: i contenuti di tipo narrativo risultano più interessanti e meritevoli di attenzione
  • Immedesimazione: la narrazione offre agli utenti la possibilità di diventare protagonisti dell’esperienza immedesimandosi nei percorsi d’azione suggeriti
  • Coinvolgimento: una dimensione narrativa favorisce l’engagement dei partecipanti
  • Progressione: i progetti articolati correttamente prevedono sempre il superamento di livelli e, quindi, modalità di conquista e miglioramento.

Ti è piaciuto?

Ricevi i nostri prossimi contenuti dedicati ad Imprenditori e Manager.