ErgonGroup dietro le quinte: l’Ufficio Risorse Umane

30 Ott 19
ufficio hr ergongroup

Dietro le quinte

Perdersi nella musica: è questa la sensazione preferita di Erika Molena quando si trova sulla pista da ballo. Grande appassionata di balli latino americani, trasmette la stessa armonia anche durante la sua attività di ogni giorno…conducendo i colloqui di selezione col giusto ritmo e la sua immancabile grazia, infatti, sa sempre trovare il dipendente giusto al momento giusto.

La passione per la danza accomuna anche Anna Maria Berini, amante in particolar modo del tango. Se al lavoro la gestione del personale le richiede autocontrollo e pianificazione, abbandonarsi completamente e lasciarsi guidare sono proprio le sensazioni che più ama di questo ballo e che più le mancano. Ha infatti messo la danza temporaneamente in stand by per occuparsi di un’altra grande passione…quella per sua figlia!

Non c’è due senza tre…o quasi.

La pigrizia dichiarata di Federica Francescon la frena dal seguire le colleghe in pista, facendole preferire attività più tranquille, come il canto. Da sola o con amici, sotto la doccia o alle feste, non importa quando: l’importante è cantare. Da esperta formatrice e comunicatrice qual è, sa bene cosa la guida: esprimere attraverso il canto tutto ciò che si ha dentro è o non è da sempre una delle più alte forme di comunicazione?

Qual è il vostro approccio al lavoro?

Il nostro lavoro si articola su tre linee principali di attività: in ErgonGroup ci occupiamo innanzitutto della fase di selezione e inserimento dei dipendenti, per poi seguirne la gestione relativamente ai piani formativi, le opportunità di welfare e le valutazioni delle performance, mentre esternamente ci occupiamo dell’attività di docenza in ambito Risorse Umane e comunicazione aziendale. Il nostro è evidentemente un tipo di lavoro prettamente relazionale e l’approccio che ci guida, fortemente voluto dalla Direzione di ErgonGroup e condiviso dal nostro Team, è basato sulla centralità della “persona”.

Un punto di forza del vostro team?

Senza dubbio l’asso nella manica della nostra squadra è la diversità: di competenze, di specializzazioni professionali e, perché no, anche di esperienze di vita. Grazie a una grandissima condivisione, riusciamo a coordinare e valorizzare queste differenze convergendole in un servizio a 360° con contaminazioni relazionali e gestionali. Non a caso il nostro motto è “grazie al confronto, costruisci”.

Qual è la difficoltà più frequente?

Uno degli scogli più ardui da superare nel settore delle Risorse Umane è che spesso le aziende sottovalutano il peso di una corretta comunicazione, ritenendola utile nella vita privata ma mettendola in secondo piano in ambito lavorativo, dove ci si concentra più spesso sulla produttività. In realtà i due fattori sono strettamente legati: una migliore comunicazione aziendale è un fattore determinante per aumentare l’efficienza lavorativa ed il benessere organizzativo dei dipendenti.

Cosa è indispensabile per svolgere bene il vostro lavoro?

Trattando informazioni personali che possono influenzare positivamente o negativamente la vita lavorativa altrui, la dote sine qua non per svolgere questo lavoro è senza dubbio la discrezione. La riservatezza deve però essere accompagnata anche dalla predisposizione all’ascolto e all’attenzione nei confronti del prossimo, sono questi i valori chiave sui quali si basa un’attività così complessa e delicata come la gestione delle Risorse Umane.