Consulenza
17 Marzo 2021

Il Predictive Marketing per generare Customer Experience di successo

Intercettare gli interessi delle Buyer Personas e anticiparne i comportamenti d’acquisto grazie alla potenzialità dei dati

sunset-horizont-lake-clouds

Per gestire con sicurezza l’ecosistema multichannel in cui si muovono i consumatori, sempre più ondivaghi nei comportamenti d’acquisti, è necessario avvalersi di un modello integrato dove far convergere i dati provenienti da touchpoint on- e offline e farli dialogare in ottica predittiva.

Grazie alle potenzialità dei sistemi AI, Machine Learning e reti neurali, il Predictive Marketing interpreta i trend di mercato e anticipa i processi decisionali delle Buyer Personas. Imprenditori e manager sono così aiutati a prendere decisioni strategiche su come entrare in contatto con loro, quali insights utilizzare e come adattare Value Proposition e Offering alle mutate esigenze del mercato, costruendo una Customer Experience cucita sulle loro specifiche esigenze.

 

Buyer Personas data-driven per una Customer Experience di valore

 

“Senza dati sei solo un’altra persona con un’opinione”, diceva il Manager americano William Edwards Deming. In un contesto iper-competitivo, dove la corretta gestione della Customer Relationship determina il successo di un’azione di marketing, affidarsi a dati aggiornati è essenziale per intercettare con precisione gli interessi delle Buyer Personas e consegnare loro contenuti rilevanti lungo una Customer Experience di valore.

Governare i dati è indispensabile per la segmentazione qualitativa del pubblico di riferimento. Oltre le informazioni anagrafiche, i first party data (Analytics del sito web, Impression dei social media, CRM, scontrini battuti, fidelity card, recensioni dei clienti, Social Listening…) rivelano stile di vita, mindset, abitudini di consumo e trend seguiti dal cluster identificato. Intercettando tali informazioni, l’azienda profila bisogni, esigenze, desideri e aspettative dei consumatori e crea Buyer Personas che ricalcano con accuratezza i profili dei futuri clienti.

Oltre a ciò, esplorare, manipolare e filtrare correttamente i Big Data consente di adattare tempestivamente processi, canali e linguaggi di comunicazione e personalizzare così la relazione cliente-azienda su tutti i touchpoint interessati. In questo modo, il cliente è soddisfatto e appagato perché sente di essere il protagonista di una Customer Experience taylor-made che risponde in tutto e per tutto ai suoi desideri.

 

Dai dati all’azione: il Predictive Marketing

 

Il Predictive Marketing utilizza modelli di apprendimento automatici e statistici per determinare la traiettoria che seguiranno le buyer personas nel loro Journey verso l’acquisto e programmare, a cascata, quali touchpoint valorizzare, quali contenuti realizzare, quali emozioni trasmettere. Il tutto in una prospettiva di adattamento delle attività operative in real time.

I vantaggi di questo sistema sono molteplici, tra cui: facilità di integrazione con i tools 4.0 già utilizzati in azienda dai diversi reparti (marketing, vendite, back office, produzione, logistica), flessibilità e adattabilità alle diverse esigenze, UX intuitiva e personalizzabile, gestione diretta delle campagne di Automation.

Integrare nella strategia marketing l’analisi predittiva dei comportamenti degli utenti consente di trarre conclusioni affidabili sugli accadimenti futuri, sostenendo così valutazioni lungimiranti su KPI decisionali e sviluppando un Business Plan più incisivo e proficuo. Garantirsi la fiducia del consumatore passa dalla costruzione di un dialogo emozionale che lo coinvolge personalmente in tutti i touchpoint e che l’azienda può e deve governare attraverso i dati di cui dispone.


Articoli correlati

Iscriviti

alla newsletter per rimanere aggiornato sulle novità

Email *

Azienda *

P.IVA *

Tematiche interesse *

* Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della Legge 196/03 e del Reg.to Ue 2016/679. Privacy policy