Consulenza
17 Novembre 2020

Finance e Knowledge Retention: il budget aziendale e gli strumenti premianti

Pianificare i costi e capitalizzare il know-how delle risorse strategiche: vantaggi e potenzialità del budget aziendale

sunset-horizont-lake-clouds

Nella sua forma più comunemente diffusa, il budget aziendale ha come focus la pianificazione e il controllo di tutte le attività finanziarie d’impresa, dalle Vendite, agli Acquisti, alla Produzione fino agli altri Centri di costo ritenuti importanti, tra cui il budget riservato alle Risorse Umane.

Quello che manager e imprenditori lungimiranti già mettono in pratica, è che oggi più che mai il budget aziendale è un prezioso alleato e strumento per premiare e incentivare le risorse umane in azienda, in una prospettiva orientata al profitto e alla crescita costante del business. Ecco, quindi, che temi come la Knowledge Retention diventano canali fondamentali per fidelizzare le figure chiave in azienda.

Come fare, quindi, a incentivare l’operato delle risorse attingendo a uno strumento cardine per la previsione economico-finanziaria d’impresa come il budget?

 

Il budget aziendale come strumento per pianificare il raggiungimento degli obiettivi

 

In qualsiasi contesto aziendale il budget viene realizzato, implementato e declinato sulla base del contesto di riferimento, tenendo in considerazione parametri quali struttura, storicità o dimensioni dell’impresa.

È ad esempio il caso di un’azienda operante nel settore edile, con la quale di recente ho lavorato al perfezionamento di un piano di riorganizzazione, al fine di scorporare il ramo operativo da quello immobiliare. Per fidelizzare tre risorse (uno storico responsabile dell’area commerciale e due tecnici molto skillati), abbiamo implementato un sistema incentivante di medio periodo, stanziando risorse aggiuntive nel budget HR.

Il sistema si basa sul principio della “produttività” ed è legato alle logiche del budget. Dal punto di vista aziendale, l’impegno è stato quello di distribuire l’incentivo in maniera progressiva, basandosi sulla percentuale di raggiungimento degli obiettivi entro una data tempistica. Abbiamo misurato tale valore con opportuni indicatori di performance, sia organizzativa di gruppo, sia individuale.

 

Le fasi per trasformare gli incentivi in merito

 

Il percorso di costruzione del sistema premiante è stato articolato in più fasi:

1. COSTRUZIONE – a conclusione del processo di budgeting, assieme alla Direzione abbiamo costruito la scheda di budget, evidenziando obiettivi e indicatori organizzativi correlati al sistema premiante.

2. CONDIVISIONE – ciascuna risorsa è stata poi coinvolta nel processo di determinazione degli indicatori individuali, discutendo singolarmente i criteri di valutazione delle performance, al fine di valorizzarne l’operato.

3.MONITORAGGIO – per valutare l’andamento del sistema, abbiamo concordato due verifiche semestrali nell’arco dei 12 mesi e, al loro superamento, ha fatto seguito l’erogazione dell’incentivo.

 

Benefici e vantaggi

 

I principali vantaggi del sistema realizzato sono stati:

  • Autofinanziamento: l’azienda è riuscita a stabilire le soglie di erogazione dei premi in corrispondenza dei risultati ritenuti soddisfacenti. L’obiettivo organizzativo è stato correlato a determinati indicatori economico-finanziari, il cui livello minimo è stato definito dall’azienda in fase di budgeting, consentendo di coprire in toto il costo degli incentivi.
  • Facilità di gestione del sistema: gli indicatori sono facilmente e costantemente monitorati.
  • Allineamento tra gli interessi della Direzione e quelli dei collaboratori: questi ultimi sono stati direttamente coinvolti nella determinazione di indicatori, obiettivi e tempistiche di completamento.
  • Volano per il successo del business: essendo figure strategiche, le risorse coinvolte nel progetto sono state fortemente incentivate a spronare sé stesse e i loro collaboratori, influendo positivamente su obiettivi e redditività.

 

Ricorrere allo strumento del budget aziendale permette pertanto non solo di pianificare e controllare attività presenti e future, ma anche di aprire una finestra sulla fidelizzazione delle risorse strategiche attraverso un sistema incentivante, assicurandosi una crescita sostenibile sul medio-lungo periodo. In aggiunta, il know-how rimane all’interno dell’azienda e i collaboratori sono incoraggiati a efficientare al massimo le attività per raggiungere il più velocemente possibile gli obiettivi prefissati.

 

Alessandro Di Benedetto, Finance & Control Manager ErgonGroup

Esplora le leve per implementare un sistema incentivante legato agli obiettivi del budget aziendale  

Iscriviti al webinar “Costruire un budget aziendale. Strumenti e metodi” che si terrà mercoledì 25 novembre dalle 14:30 alle 15:30: assieme ai nostri esperti approfondiremo come programmare e monitorare gli obiettivi aziendali in ottica di risparmio e incentivazione dell’operatività individuale.


Articoli correlati

Iscriviti

alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

Email *

Azienda *

P.IVA *

Tematiche interesse *

* Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi della Legge 196/03 e del Reg.to Ue 2016/679. Privacy policy