Il Problem Solving

Premessa
La conoscenza delle metodiche PMT ovvero gli Tecniche di Gestione dei Problemi (Problem Management Techniques) nasce non solo dalla necessità di approcciare in maniera costruttiva i problemi ma anche dalla necessita di prendere la decisione “giusta” basandosi sui dati di fatto. Di sicuro nessun problema può trovare una soluzione se lo si affronta con la medesima mentalità che ha lo ha generato. In realtà il problem solving è solo una parte del processo di risoluzione di un problema. Infatti, la procedura di problem management comprende i processi seguenti: problem finding, problem shaping e problem solving. Varie sono le tecniche e le modalità di problem solving che possono essere impiegate.
Obiettivo
  • Fornire le conoscenze di base delle tecniche di gestione dei problemi
  • Presentare a uno ad uno tutti gli approcci operativi che permettono la pianificazione e il controllo delle reale risoluzione del problema
  • Esporre quali siano le fasi che costituiscono i momenti cardine di un approccio di problem management
  • Evidenziare l’importanza della cura di tutti gli aspetti metodologici per il pieno conseguimento dello scopo.
Descrizione contenuti

Il problem management prevede delle fasi che aiutano il gruppo di lavoro ad impostare correttamente le attività e a chiarire alcuni aspetti che altrimenti lo confonderebbero, impedendogli di fatto di vedere le soluzioni.
A questo proposito sono stati pensati diversi metodi per aiutare le persone ad affrontare i problemi in modo articolato e soddisfacente. Tuttavia, tutte le tecniche prevedono che il primo passo fondamentale per avviarsi verso una valida soluzione sia il focalizzare l'attenzione sulla definizione e sui punti chiave della causa alla radice, di cui il problema da risolvere è solo un effetto. Una volta eseguito il primo passo, si può procedere con le successive fasi di analisi. Questo perché, se la causa alla radice non viene correttamente identificata, si corre il rischio di lavorare sull’effetto e non sulla sua causa.

Programma

Gestione d’azienda: Problem Management Techniques. Cos’è un problema e come lo si classifica in termini di priorità d’intervento:

  • il corretto approccio mentale al problem management
  •  definizioni e concetti generali,
  • come rendere il problema da soggettivo a oggettivo,
  • precisare e segmentare senza perdere il punto di vista olistico,
  • se si opera con risorse finite come darsi delle priorità.

Dal vecchio adagio “sbagliando s’impara” all’approccio esperienziale:

  • la mappa del mondo conosciuto,
  • castelli da conquistare, spie e pericolosi arcieri,
  • il problema come sfida: vantaggi e svantaggi dell’approccio esperienziale,
  • altre vie per evitare si sbagliare e lasciarci le penne.

L’approccio scientifico o metodologico:

  • la prassi clinica: sintomatologia, anamnesi, diagnosi, prognosi e terapia,
  •  Ishikawa e tutte le cause possibili in astratto,
  • le cause possibili solo nel caso specifico
  • elementare Watson ovvero i tre pilastri del buon investigatore,
  • il colpevole e i suoi complici come scoprire la causa alla radice,
  • la lama di Ockham perché a forza di farsi seghe mentali si diventa mentalmente ciechi,
  • la negazione di Popper come via per essere sicuri che il problema è risolto.

Il pensiero laterale:

  • quando il problema è connaturato nel sistema,
  •  sei cappelli per pensare il modo per osservare le cose da più angolazioni,
  • guardare a cose vecchie ma con occhi nuovi,
  •  il TRIZ: rendere tutto più semplice eliminando la fonte del problema.

La chiusura delle varie fasi dalla raccolta delle informazioni alla validazione della soluzione (problem gates) e il finale riesame del lavoro (lesson learned).
Affrontare un problema con un gruppo di lavoro.

Durata
16 ore
Richiedi maggiori informazioni